Thursday, 11 August 2011

Root e USB-HOST per Honeycomb 3.1: guida all'attivazione su Xoom 3G ITA/TIM modello MZ601 by C/D...


Se siete disperati dopo aver scoperto che Motorola non ha attivato l'USB-HOST sul vostro Xoom dopo l'aggiornamento ad Honeycomb 3.1, potete tranquillizzarvi, perché con la seguente guida sarete in grado di farlo per conto vostro.


Tengo a precisare che come prima cosa sarà necessario effettuare il root del dispositivo, l'operazione potrebbe portare al brick dello stesso (anche se lo ritengo piuttosto remoto), per cui non mi assumo la responsabilità delle operazioni che andrete ad eseguire.
Ovviamente anche la garanzia non sarà più tale dopo questa operazione, per cui procedete tenuto conto di queste conseguenze.
Per il root ho utilizzato la guida dello stock australiano, siccome ho notato non pochi errori in rete, ecco la versione tradotta e con i comandi corretti a seguire.
Si da per scontato di aver già installato correttamente l'SDK android per il 3.x sul proprio pc, se non lo avete fatto di certo non mancano le guide in rete, vi esorto ad usarne una prima di iniziare:

1). Assicuratevi d'avere lo STOCK Motorola Xoom 3.1, N_01.83.35P, H.6.3-25-5 (per vedere ciò Impostazioni->Info sul tablet).

2). Assicuratevi d'avere il bootloader del vostro Motorola Xoom SBLOCCATO.
Se così non fosse, il comando da eseguire sotto fastboot (vedi punto 6) è il seguente:
   fastboot oem unlock
Questo farà un wipe del vostro dispositivo prestate molta attenzione (il che significa un backup completo prima d'iniziare).
3). Scaricare i files, che contengono il nuovo boot, su e superuser.apk dell'archivio telstraxoomroot.zip nella cartella tools dell'sdk android.

4). Abilitate l'USB Debug sul vostro Xoom (Impostazioni->Applicazioni->Sviluppo->Debug USB) se non lo avete già fatto.

5). Aprite il prompt dei comandi, scrivete quanto segue:

 adb reboot bootloader

6). Ora riavvierete il vostro Xoom ITA, continuate con questi comandi:

 fastboot flash boot newtelstraboot.img 
 fastboot reboot

7). Attendete che il vostro Xoom riavii Honeycomb. Tornate al prompt dei comandi e digitate quanto segue:

 adb remount
 adb push su /system/bin
 adb shell ln –s /system/bin/su /system/xbin/su
 adb shell chmod 4755 /system/bin/su
 adb push Superuser.apk /system/app

Ora avete attivato il root sul vostro Xoom, riavviate e se al riavvio non doveste ancora vedere il root allora eseguite una seconda volta la procedura, di sicuro avete saltato qualche passaggio o fatto qualche errore.

Ora i requisiti per usare l'USB-HOST sono:



Root Explorer;



BusyBox



Drive Mount;

Tutti sono scaricabili dal market, gli ultimi due gratuitamente. Il primo ci permetterà di accedere alla cartella /mnt/sda1 (in generale /mnt/sdax) dove verranno montati i nostri dischi, mentre il terzo permetterà la scelta dei device che andremo a montare. Entrambi richiedono i permessi di root e dalle prove fatte Drive Mount risulta molto stabile.
Ogni volta che vorremo montare una periferica basterà avviare Drive Mount e seguendo i sui semplici comandi montarla; poi tramite Root Explorer sfogliare la root in /mnt e scegliere la periferica montata precedentemente.
Certo la soluzione è migliorabile, ma per ora risulta sufficiente.

Oltre al montaggio di unità di massa, Honeycomb 3.1 permette di usare anche tastiera, mouse, fotocamere e cellulari (sempre visti come unità di massa) anche contemporaneamente usando un hub-usb (si consiglia di sceglierne uno alimentato).
Non ho provato periferiche di gioco usb, perché non ho a disposizione nulla del genere, ma da quello che ho potuto leggere anche queste sono utilizzabili.

Che dire, un buon inizio... ;)

Download dal forum XDA telstraxoomroot.zip.



5 comments:

  1. ciao, la guida mi sembra ottima anche se non l'ho provata.
    Ho aggiornato il mio xoom 3G al 3.1 ma non riesco ascaricare le foto dalle fotocamere sia compatte che reflex nonostante il cavo OTG originale, ne sai qualcosa?
    Grazie
    Stefano

    ReplyDelete
  2. Se la fotocamera, qualunque essa sia, è vista come unità di massa non vedo quale possa essere il problema.
    Dopo aver utilizzato la guida e terminato tutte le installazioni/configurazioni (...e solo dopo, questo è importante!), apri Drive Mount e seleziona dalla lista delle unità connesse la tua, ossia quella collegata al cavetto OTG, come nella prima delle ultime immagini della guida.
    Se non è in lista fai un refresh.
    Dopo il montaggio dovresti tipicamente avercela come sda1, per cui torna alla home e con Root Explorer accedi al percorso /mnt/sda1 ed il gioco è fatto.
    Se dovessi avere altri problemi tienimi informato, possiamo sempre discuterne.

    ReplyDelete
  3. ciao ho seguito passo passo la tua guida per i diritti di root sul mio xoom
    vorrei sapere adesso come riconosco se il mio tablet ha effettivamente acquisito i diritti
    grazie

    ReplyDelete
    Replies
    1. Il modo più semplice è installare un'applicazione che per funzionare necessita dei permessi di root. Per trovarne una puoi cercare sul market, ce ne sono di diverse, anche free.
      P.S.
      Scusa il ritardo nella risposta, ma sono molto occupato.

      Delete
  4. Ciao ottima guida, ma ho un problema, dopo aver fatto il root, che sembrerebbe essere andato bene, se apro delle app che richiedono root mi dice che il device non è rooted, ho anche usato delle APP per il Check i cui risultati sono il dispositivo ha il root "Your phone is Rooted" ma che non ci sono sono i permessi SU "Your phone does not have SU access".
    Potresti aiutarmi a capire qual'è il problema? grazie

    ReplyDelete